Pages

martedì 3 marzo 2009

Gli Albini Muzungu in Tanzania.



Excuse me for interrupting in this way my travel diary: I have already explained the significance of "Muzungu" in the first post of my blog. "Muzungu" is the nickname used in East Africa, which translation can be "white foreigner". Unfortunately, only a few days ago, reading some news about Tanzania, I discovered that the same name is reported to Africans suffering from albinism in an offensive way . Consequently, I felt to dedicate this post to the albinos that born and live in Tanzania, since I'm talking about this country right now... with the hope that for them there may be a bit of serenity and the performance of a regular and decent life, because is not the lack of melanin that makes them different from all of us, unfortunately, the rays of the sun are their worst enemies ... or maybe not any more!
"It is often said that the reality overtake all imagination, and it says just as for non-beautiful matters. It 'true. The news - not good - coming from Dar es Salaam, Tanzania. 35albinos were killed in Tanzania in 2008, while the positive aspect of this news is that the police of Dar es Salaam, has created a mobile network connected with a private number. The mobiles are those of albine people. The number for emergencies is thus to try to protect other potential victims. This particular genetic alteration, affects not only whites but also blacks. To be clear of hair, clear ofs kin, pearl-colored eyes is a condition that stands out more among the blacks.


Scusatemi se interrompo così il mio diario di viaggio: ho già spiegato il signficato di "Muzungu"nel mio primo post di questo blog. “Muzungu” è il nomignolo, usato nell’Africa Orientale, con cui vengono chiamati gli stranieri, in particolare i bianchi.
Purtroppo, solo qualche giorno fa, facendo una mia personale ricerca sulla Tanzania, ho scoperto che lo stesso appellativo, in modo offensivo, è riferito agli africani affetti da Albinismo.
Di conseguenza, mi sono sentita di dedicare questa parentesi agli albini che nascono e vivono in Tanzania, visto che sto parlando proprio di questo paese...
con l'augurio che anche per loro ci possa essere un pò di serenità e lo svolgersi di una vita regolare e dignitosa, perché non è la mancanza di melanina che li rende diversi da tutti noi, purtroppo sono i raggi del sole i loro peggiori nemici o forse non più solo questi ... mi rendo conto che facendo un giro su internet se ne parla veramente troppo poco!
"Si dice spesso che la realtà supera ogni fantasia, e lo si dice altrettanto spesso per le vicende non belle. E' vero. La notizia - non bella - arriva da Dar es Salaam, e quindi siamo in Tanzania. Un risvolto positivo ce l'ha, questa notizia, perché ci racconta che la polizia della città, la capitale, ha creato una rete di cellulari ai quali è stata dedicato un collegamento specifico, un numero riservato. I cellulari sono quelli di persone albine. Questa particolare alterazione genetica, non colpisce solo i bianchi ma anche i neri. Solo che, è evidente, fra i neri l'essere chiari di capelli, chiari di pelle, con occhi color perla, è una condizione che risalta molto di più. 35 albini sono stati uccisi in Tanzania nel 2008; il numero per le chiamate di emergenza serve quindi a cercare di proteggere altre possibili vittime.


Que me disculpan por interrumpir lo que es mi diario de viaje: ya he explicado el signficado de "Muzungu" en el primer post de mi blog. "Muzungu" es el apellido utilizado en el Este de África, palabra que significa "extranjero blanco".
Lamentablemente, hace unos pocos días, leyendo algunas noticias de Tanzania, he descubierto que la misma palabra se utiliza por llamar a los africanos que sufren de albinismo, en manera ofensiva .
Por esta razon me siento de dedicar un post a los albinos que nacen y viven en Tanzania, ya que estoy hablando de este país con la esperanza que puedan lograr un poco de serenidad y continuar a vivir desarrollo de una vida digna, puesto que no es la falta de melanina que les hace diferentes de todos nosotros. Por desgracia, son los rayos del sol sus peores enemigos o quizás no sólo ellos ...
"A menudo se dice que la realidad supera la imaginación, y por la mayoria de los casos esto se pasa por hechos no hermosos. Es verdad. La noticia - no es buena - proviene de Dar-es-Salaam , Tanzania: 35 albinos fueron asesinados en Tanzania en 2008. Un aspecto positivo esta noticia, la tiene: la policía de la capital, ha creado una red de celulares que se conectan a una línea privada y centralizada. Los celulares son aquellos de las personas albinas. Esto sirve, por tanto, a intentar de proteger otras posibles víctimas . La alteración genética del albinismo, no afecta solo a los blancos sino a los negros también. Sólo que el pelo claro, la piel clara y los ojos de color perla son caracteristicas màs evidentes entre los negros.


These people were killed to pick up – how can we define them? - samples of their bodies, and to say it in a cruel way, arms, legs, hair, ears, as well as blood. The perverse reason is clear: the “rare finding” is deemed to have unusual properties and have great power.
“Shamanic medicine” nourishes this tragic traffic. It seems that the grim market it is quoted $1000 per piece . The use is not just for healing, actually it feels that these ”rare samples” are bearers of luck, that is why customers particularly assiduous in this trade are the seekers of gold and precious stones that work in areas around Lake Victoria: the crimes take place mainly in this poor and turbulent region. "On TV, The President was asked to break the belief that leads to prepare magic potions with the bodies of" white niggers””.

They are called in many ways: “peeled potatoes”, “monkeys”, “ghosts”, “demons”. In Africa albinos have a very hard life. That gene which deprives them of melatonin makes them, even today, victims of racism and absurd mocking. For the "white Negroes" is difficult to find a job, to get married. They are more than you think: one x 5,000 inhabitants (in Denmark, one x 60,000). In “shona” language they are considered “sope”, that is to say “evil spirits”. In Zimbabwe albinos women are raped because of the common belief that they can heal from Aids. Discriminated from Nigeria to Congo, where the Association “Albinos sans Frontieres " was born, while Salif Keita, the Malian singer, gave up a foundation to fight against discriminations. Many Africans, recalls the BBC, admit to spitting on the ground on their transition" to chase away the evil eye. Some people 's belief that albinos do not die, just vanish. In Tanzania they do not vanish, they are just killed, just dismembered to made amulets.
Instead of the tusks' s famous elephants of Serengeti National Park, some wizards have taken to use mutilated bodies of albinos for their propitiatory rites.


Sono state uccise per prelevare - come vogliamo definirli? - campioni dei loro corpi, e per dirla più crudamente, braccia, gambe, capelli, orecchie, oltre che il sangue. La ragione, perversa, è evidente: il reperto raro si ritiene possa avere proprietà inusuali e dotate di grande potenza. E' la medicina sciamanica quella che alimenta questo drammatico traffico. Sembra che questo truce mercato abbia tariffe di 1000 dollari al pezzo. L'utilizzo non è solo per attività curative; si ritiene, infatti, che estratti vari di tale provenienza siano portatori di fortuna, e infatti sono clienti particolarmente assidui di questo commercio i cercatori di oro e pietre preziose che lavorano nelle zone intorno al Lago Vittoria: i delitti avvengono soprattutto in questa povera e turbolenta regione.
"Il presidente in tv chiede di stroncare la credenza che induce a preparare pozioni magiche con gli organi dei "negri bianchi". Li chiamano «patate sbucciate», «scimmie», «fantasmi», «demoni». In Africa gli albini hanno da sempre vita dura. Quel gene che li priva di melatonina li rende, ancora oggi, vittime di un razzismo assurdo e beffardo. Per i «negri bianchi» difficile trovare lavoro, sposarsi. Sono più numerosi di quanto pensiate: uno ogni 5.000 abitanti (in Danimarca uno ogni 60.000). In lingua shona sono «sope», spiriti maligni. In Zimbabwe le donne con la carnagione chiara vengono violentate perché c' è la credenza che possano guarire dall' Aids. Discriminati dalla Nigeria al Congo, dove è nata l' associazione «Albinos sans Frontieres», mentre il cantante del Mali Salif Keita ha dato vita a una fondazione per combattere le discriminazioni. Molti africani, ricorda la Bbc, ammettono di sputare per terra al loro passaggio «per scacciare il malocchio». Presso alcune popolazioni c' è la convinzione che gli albini non muoiano, semplicemente svaniscono. In Tanzania non svaniscono. Vengono uccisi. Smembrati per fare amuleti. Anziché le zanne d' elefante del famoso parco nazionale dei Serengeti, alcuni stregoni hanno preso a usare i corpi mutilati degli albini per i loro riti propiziatori.


Fueron asesinados para quitarles - como se pueden definir? – “muestras” de sus cuerpos, y para decirlo más crudamente, brazos, piernas, cabellos, orejas, ademas que la sangre. La razón perversa es evidente: el raro hallazgo se considera que tiene un gran poder y propiedades inusuales. Es la “medicina chamánica” que nutre este trágico tráfico. Parece que este triste mercado vale como $ 1,000 por cada organo. No se utiliza sólo para curar, sino tambien se consideran portadores de buena suerte, y los clientes mas interesados en este comercio son los buscadores de oro y piedras preciosas que trabajan en áreas alrededor del Lago Victoria: los crímenes se cumplen principalmente en las partes pobras y turbulentas de esta región. "El Presidente, llamado a hablar por televisión, pide de romper la creencia de que conduce a preparar pociones mágicas con los organos de" negros blancos ". Los albinos a veces son llamados "papas peladas”, “monos”, “fantasmas”, “demonios”. En África la vida de los albinos es siempre mas difícil. Ese gen que les priva de la melatonina hace que, incluso hoy, las víctimas del racismo absurdo son siempre màs numerosas. Para los "blancos negros" es difícil encontrar un trabajo, es dificil tambien casarse. Ellos son más de lo que ustedes creen: uno por cada 5.000 habitantes (en Dinamarca, uno por cada 60.000). En el idioma “shona” son "sope", que significa espíritus malignos. En Zimbabwe, las mujeres con piel blanca son violadas porque hay la creencia de que puedan curarse de la Sida. Discriminados de Nigeria a Congo en donde nació l'Asociación' Albinos sin Fronteras ", mientras que el cantante de Malí Salif Keita creò una fundación contra la discriminación. Muchos africanos, recuerda la BBC, admiten a escupir en el suelo al pasaje de los albinos “para cazar fuera el mal de ojo ". Entre algunas personas hay la creencia de que no se mueren, simplemente se desaparecen. En Tanzania no desaparecen, simplemente mueren asesinados, desmembrados por crear amuletos. En lugar de los famosos colmillos de elefantes del Parque Nacional de Serengeti, algunos brujos utilizan partes de los cuerpos mutilados de los albinos para sus ritos propiciatorios.

In recent months, the Albino's Association of Tanzania had accused the authorities of doing anything against this madness. To be affected are mostly minors. The killer gangs are acting behind the decision of real or improvised sorcerers. It is estimated that albinos in Tanzania are 270.000 x 40 million inhabitants. The first killer, is the melanoma, skin cancer, because of the exposure of the sunlight. Nowadays there are others killers acting: the assassins who come to hunt the "peeled potatoes”. Very expensive products though, with an huge market, limited only to the richer classes. To the last victim it was removed one leg and the genital apparatus: his Albin wife, was wounded but she was saved because able to call aid and the village people came - four huts in a remote corner on the shores of Lake Victoria - putting the criminals on the run. Now all are scared about the destiny of the couple's two children, both albinos. Many sources, reported the BBC, still believe that the police are involved in this appalling trade, due to the fact that the criminals are never caught and the bodies never recovered . It’s a long time that the Albino Society of Kenya (ASK)is trying to raise awareness of its country, by organizing conferences and visits the villages, where a strong ignorance persists on this subject. Alex Kaluyu, besides being a member of the Association, is the third in a family of eight brothers. Three of them, including Alex, were born Albinos .. Now, he has a wife and two children, neither of which is affected by albinism. Tells us how he lived and still live this physical peculiarity: "For the African albino many are the difficulties encountered along the way. Ignorance is the worst enemy and the society does not seem interested in overcoming prejudices. Among other beliefs, people think that albinos disappear with the rain, fly with the wind and are immune to AIDS. One of the biggest problems is, however, when an albino want to find a job".



Nei mesi scorsi l'Associazione Albini della Tanzania aveva accusato le autorità di non fare nulla contro questa follia. Ad essere colpiti sono soprattutto i minori. I killer sono bande che agiscono su mandato di stregoni veri o improvvisati. Si stima che gli albini in Tanzania siano 270 mila su 40 milioni di abitanti.Il killer da cui devono più guardarsi, così come in tutto il continente, è il melanoma. Il tumore alla pelle, dato dall'esposizione al sole cocente. Adesso ci sono i sicari che vanno a caccia delle «patate sbucciate». Prodotti molto costosi, ma che hanno un immenso mercato: seppur circoscritto solo alle classi più abbienti. All'ultima vittima è stato asportato una gamba e l'apparato genitale, la moglie, anch'essa albina, è stata ferita ma è salva poiché è riuscita a lanciare l'allarme ed è accorsa gente del villaggio - quattro capanne in un angolo remoto sulle sponde del lago Vittoria - mettendo in fuga i criminali. Ora si teme per la sorte dei due figli della coppia, ambedue albini. Molte fonti , riferisce ancora la Bbc, ritengono che almeno in parte la polizia sia coinvolta in questi spaventosi traffici, e lo proverebbe la circostanza che i delinquenti non vengono mai catturati, nè recuperati gli organi portati via.
L’ Albino Society of Kenya (ASK), la società degli albini in Kenya, da tempo, cerca di sensibilizzare il proprio paese, organizzando conferenze e visite nei villaggi, dove persiste una forte ignoranza su tale argomento.Alex Kaluyu, oltre ad essere membro dell’Associazione, è il terzo in una famiglia di otto fratelli. Tre di questi, Alex incluso, sono nati Albini.. Ora, lui ha una moglie e due figli, nessuno dei quali è affetto da Albinismo. Ci racconta come ha vissuto e vive tuttora questa sua particolarità fisica:"Per gli albini africani le difficoltà che si incontrano lungo il cammino sono molte. L’ignoranza è il peggior nemico e la società non sembra interessata a sconfiggere i pregiudizi. Tra le varie credenze, la gente pensa che gli albini scompaiano con la pioggia, volino con il vento e siano immuni all’AIDS. Uno dei maggiori problemi si presenta, invece, quando un albino vuole trovare lavoro".

En los últimos meses, la Asociación de Albinos en Tanzania ha acusado a las autoridades de no hacer nada en contra de esta locura. Lo mas afectados son los menores. Las bandas asesinas actúan en nombre de los verdaderos o improvisados brujos. Se estima que los albinos en Tanzania son 270.000 por 40 millones de habitantes. El primer killer es el melanoma o cáncer de la piel debido a la exposición al sol abrasador. Ahora hay otros asesinos que van en busca de "las papas peladas”!. “Productos” muy caros, que tienen un enorme mercado, aunque limitado a las clases más ricas. A la última víctima le sacaron una pierna y el aparato genital,mientras que a su esposa, albina también, la heriron pero, por buena suerte se salvó porque capaz de pedir ayuda a la gente del pueblo - cuatro cabañas en una remota esquina a orillas del lago Victoria – que puso a los criminales en fuga. Ahora se teme por la suerte de los dos hijos de la pareja, ambos albinos. Muchas fuentes, informa la BBC, todavía creen que al menos en parte la policía está iimplicada en este terrible comercio, como los delincuentes nunca son atrapados ni tampoco recupperados los cuerpos. Es desde hace mucho tiempo que La Sociedad de Albinos en Kenya (ASK), trata de sensibilizar su país, mediante la organización de conferencias y visitas a las aldeas, donde persiste una gran ignorancia sobre este tema. Alex Kaluyu, además de ser un miembro de la Asociación, es el tercero de una familia de ocho hermanos. Tres de ellos, incluyendo a Alex, nacieron Albinos … Ahora, él tiene una esposa y dos hijos, ninguno de los cuales se ve afectado por albinismo. Nos cuenta cómo ha vivido y sigue viviendo esta particularidad física: "Hay muchas dificultades que los africanos albinos encuentran en el camino. La ignorancia es el peor enemigo y la socieda no parece interesada en la superación de los prejuicios. Entre otras creencias, la gente pensa que el albino desaparece con la lluvia, vola con el viento y es inmunes del SIDA. Uno de los mayores problemas es, sin embargo, cuando el albino està en busca de un trabajo.”


12 commenti:

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Molto bello questo post, anche io ho fatto una ricerca su questo argomento ma devo ancora fare un post. Sì, l'ho fatto quando ho letto su alcuni giornali africani circa questi problemi di cui gli albini sono vittime ultimamente. Mi ricordo da bambino che non era così, molti anni fa l'unica "tortura" che subivano era quella di essere chiamati "bianchi sfortunati", un termine che era usato anche su di me perché anche io avevo la pelle molto chiara e cappelli rossi e qualcuno mi chiamava "quasi albino" quando mi voleva insultare, poi si rideva e basta. Ma allora ci si viveva insieme in armonia con tutte le nostre differenze - in Nigeria dove esistono più di 250 etnie diverse - e l'unica vera minaccia era il sole che li faceva venire malattie della pelle (cancro, e chi sapeva cosa era). In Nigeria, la mia ricerca mi aveva rivelata che la loro asociazione è abbastanza forte per cui si fanno ascoltare, e mi sembra che uno di loro è ministro. Purtroppo, la storia dell'AIDS e le stregonerie moderne hanno portato con esse alcuni fenomeni orribili e discriminanti - frutto di ignoranza asoluta, in Sud Africa molte ragazzine sono state stuprate perché si credeva che fare il sesso con una vergine guarisce l'AIDS. Ci vuole più sensibilizzazione e sopratutto più protezione dai leader che, purtroppo, sono corrotti...
Ciao!

Francesca Romana ALEGI ha detto...

ciao blessing: è proprio vero: il problema è sempre del potere che si ha in mano, qualsiasi argomento si tratti, è molto triste anche perché magari una persona già deve risolvere ciò che vive ogni giorno, immaginati chi soffre perchè è malato da sempre o si è ammalato nel corso della vita...meno male che ci sono degli esseri umani che si occupano e si interessano dei più deboli e comunque mi sembra che non siano abbastanza...un abbraccio

Sofia ha detto...

E divertente, stavo leggendo il tuo profilo e tu dices che "nata in Italia ma concepita in Jamaica"
Io sono nata in Portugal, ma concepita in Africa (Moçambique), qui se dice che ho "costola africano".Mia madre mi dice che sono tutti africani, nel modo di pensare,nel gusto, nel mangiare, tutti ... por questo me affascinano molto Africa.:)
Io sono sempre qui per te leggere Francesca...Beijo!

Francesca Romana ALEGI ha detto...

eh si sono una jamaicana ... di sangue! perche credi che io ami tanto l'africa e abbia sposato un cubano? L'istinto prima di tutto, ed il fiuto non è da meno! almeno per me!
gracias por tu comento y continua a seguirme en este viaje del tiempo y del espacio.
ciao

Yuya ha detto...

Me dispiace tanto per queste "bianchi negri",ma succede un pò per tanti, quelli che noi chiamamo non normali, ammalati, handicapati, etc. Il fatto è che parliamo proprio noi che siamo l'imperfezione, e crediamo ancora di essere superiori o migliori degli altri, che se oggi sono in questo mondo, hanno li stessi diritti. Noi umani dobbiamo ancora superare delle avversità.

Un abbraccio:)

Francesca Romana ALEGI ha detto...

certo: noi siamo l'imperfezione in tutte le cose quotidiane, lo so, ma visto che sto parlando della tanzania mi pareva giusto mostrare questa realtà, anche se in tanzania gli albini si sono ben organizzati e comunque ne hanno ammazzati tanti, a Cuba pure sono molto discriminati, ma penso anche altrove...nei paesi africani e sud americani sicuramente!
un bacio!

GaviotaZalas ha detto...

molto interessante, e incredibile la realtà supera sempre la immaginazione. saluti

Francesca Romana ALEGI ha detto...

GAviota, mi fa piacere che ti stai leggendo tutti i miei post a ritroso, questo è anche un modo per capire chi sono!
grazie per l'attenzione!
un caro saluto!

rosy ha detto...

Francesca, gli albini sono dei bei bambini...ma chissa perchè pensavo che nascessero solo nella razza bianca...sono proprio un'ignorante.
Bacioni

Francesca Romana ALEGI ha detto...

Rosy:
sai quante cose io non so? Non possiamo mica sapere tutto ... beh dai i blog servono anche a questo!
Baci Baci!

TanzaniaDiscovery ha detto...

Ciao Francesca, mi chiamo Sonia e vivo a Roma, sono capitata sul tuo blog per caso e ho trovato molto interessante quest'articolo. Qualche giorno fa ho visto su la7 uno speciale proprio sulla sitauzione degli albini in Tanzania e sono rimasta sconvolta nel vedere come vengono maltrattati, derisi e brutalmente uccisi...e per cosa poi...solo per delle stupide superstizioni! Avrei voluto scrivere anch'io un articolo sull'argomento, ma purtroppo non sono brava come te ed ho lasciato perdere!!
Visto che ho una passione smisurata per la Tanzania ho creato un portale interamente dedicato e visto che sei un'"esperta del settore" mi farebbe piacere se passassi a dare un'occhiata e mi dicessi cosa ne pensi o magari lasciare qualche consiglio sul forum.
Il sito è

www.tanzaniadiscovery.com

Scusa se mi sono dilungata e ancora complimenti.

Francesca Romana ALEGI ha detto...

Grazie Sonia:
solo oggi mi sono accorta del tuo commento, scusa se non ti ho risposto prima. Mi fa piacere che ci sei anche te a Roma con la passione per questo paese! Ti verrò a trovare! Per ora grazie!